Anna P. Strassen

Nata in una decadente villa seicentesca fiorentina con la luna in bilancia, fa l'architetto per professione e mille altre cose per passione. Per rilassarsi colora milioni di quadratini sui quaderni e, quando non le va più, pedala una graziella scassata. I racconti che scrive sono il risultato di plurime birre medie doppio malto.

UN RIPARO

La fantasia è una delle migliori invenzioni di sempre. Posso creare infiniti mondi e nuove esistenze. Posso essere chi mi pare. Posso inventare posti in cui soffio dentro a bolle di sapone enormi e in cui rido di gusto, dove posso parlare con i muri e volare con gli asini. Ma la cosa più bella… Leggi tutto »UN RIPARO