I libri di Marzo: Senti chi legge!

2) La vasca del Führer – Serena Dandini

Lee Miller viene raccontata con su una veste molto personale ne “La vasca del Fuhrer”. ⁣ Titolo e copertina si rifanno ad una delle sue fotografie più rappresentative. Ed è proprio così che si apre questo romanzo biografico, il 30 aprile 1945, con la nostra protagonista nuda nella vasca di Hitler. Una foto che, probabilmente, la rappresenta molto sia come artista che come persona. ⁣

Chi era Lee Miller?

Ve la racconto per quello che ci narra l’autrice: Elizabeth, detta “Lee”, Miller una donna dal carattere incredibilmente forte, travolgente e rivoluzionario. ⁣

Già la sua infanzia è travagliata: subisce uno stupro all’età di 7 anni – questo, probabilmente, le permetterà di avere un rapporto disinibito col proprio corpo e nelle relazioni. ⁣

A New York nei ruggenti Anni Venti diviene modella di grande successo, poi però decide che fare la modella è un mestiere che le sta troppo stretto, così naviga verso nuovi orizzonti: Parigi è la sua nuova casa. Lì incontra Man Ray, fotografo di successo, con il quale (e non sarà l’unico) ha una storia d’amore; da lui impara a stare dietro l’obiettivo e grazie a lui entra a far parte del circolo artistico e letterario surrealista dell’epoca.

Ed è così che ci immergiamo a capofitto in una Parigi e in una cultura che abbiamo conosciuto solo sui libri ma che, grazie a questo libro, possiamo vivere come fossimo lì a passare le serate con Picasso e altri nomi celebri del tempo.

È emozionante.

Ma la felicità di feste, arti e amicizie è vicina alla fine. ⁣

Scoppia la Seconda Guerra Mondiale e Lee viene ingaggiata dalla rivista Vogue come fotoreporter di guerra.

Lei piega la sua vita (…fino a che punto?) a questo conflitto che sta divorando il mondo e la sua arte diventa testimonianza di tutte le brutalità che la guerra porta con sé, e di tutte le voci che ne prendono parte. ⁣

La penna della Dandini è portatrice della voce di Elizabeth Miller, di bellezza, audacia e femminismo.

Da leggere!

(Inutile dire che ti viene voglia di andare a vedere ogni fotografia che cita, se già non la conosci!)

Pagine: 1 2 3 4 5 6

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.