Jane the virgin

Non una semplice telenovela

Scoperta per caso, questa serie televisiva che si può trovare su Netflix, è sicuramente una delle più riuscite del suo genere. Se pensate si tratti di un ibrido tra Settimo Cielo e Beautiful, con un tocco di Ugly Betty, beh… vi sbagliate! Jane the Virgin è molto di più: risate e drammi vanno di pari passo con attualità e sorpresa, senza i soliti schemi che ricorrono in altre soap. Fidatevi, non riuscirete a scollarvi dallo schermo!

La storia

La protagonista, Jane Gloriana Villanueva, naturalmente di origini sudamericane, è follemente innamorata del fidanzato, il detective Micheal Cordero. Lavora come cameriera presso un sontuoso hotel di Miami e studia per diventare insegnante, anche se nutre il sogno nel cassetto di diventare scrittrice. Nel tentativo di raggiungere il suo obiettivo, Jane pianifica tutta la sua vita districandosi fra studio, lavoro, famiglia e amore.

D’un tratto, i suoi piani sono notevolmente sconvolti: durante una visita ginecologica, Jane, che nel rispetto degli insegnamenti della devota cattolica nonna Alba è vergine e vuole rimanere tale sino al matrimonio, scopre di essere rimasta incinta per mezzo di un’inseminazione artificiale avvenuta per errore. Il padre del bambino? Rafael, proprietario dell’hotel in cui Jane lavora. Ecco che fra Jane, Micheal e Rafael si innesca un intrigante triangolo, attorno al quale si snodano le avventure di tutti i personaggi, che si evolvono mostrando la loro complessità e coerenza. Avventure tutte raccontate da un narratore onnisciente, che usa un tono divertente o serio, a seconda del bisogno. Bello e appropriato anche il finale della stagione, che riesce a fornire allo spettatore tutte le risposte alle domande che sorgono durante le cento (!) puntate.

Valore aggiunto

La sceneggiatura è brillante: da un lato, riesce ad estremizzare gli stereotipi, dall’altro, li supera e permette allo spettatore di apprezzare ogni sfumatura. Anche la recitazione non è da meno e lo dimostra il Golden Globe che Gina Rodriguez – nel ruolo di Jane – ha portato a casa come migliore attrice comedy protagonista.

Di questa soap si apprezzano la genuinità e la caparbietà della protagonista, le problematiche connesse al fenomeno dell’immigrazione clandestina, i classici problemi di cuore e i drammi familiari. Jane the Virgin è una favola moderna che insegna che la giustizia trionfa sempre e che, come diceva Pascal, “il cuore ha le sue ragioni che la mente non comprende”.

Consigliata agli amanti del romance e delle soap.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.